Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Un cantico nuovo

Rit.: Cantiamo al Signore un cantico nuovo
cantiamo la gloria del suo nome.
Grande è l’amore, la sua bontà,
cantiamo a Lui senza fine.

E’ luce per noi, non ci abbandona mai.
Alla sua ombra noi riposiamo.
Rinnova la faccia della terra,
trasforma tristezza in gioia.
Ci guida con la sua grazia,
nella sua casa ci chiama ad abitar.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Magnificat

Magnificat, magnificat,
magnificat anima mea Dominum.

Magnificat, magnificat,
magnificat anima mea.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Preghiera

Tu che riempi
di stelle la notte,
detta al mio cuore
il testo e le note
di una canzone
che sia preghiera,
ch’io possa cantare
a Te ogni sera.

Tu che trasformi
il grigio del cielo
con le tue dita
e lo fai arcobaleno,
prendi le ore
del giorno più amare:
nei tuoi giardini
falle giocare.

Tu che hai scavato
il letto dei mari,
scava il mio cuore
con le tue mani.
E quando troverai
acqua zampillante,
fanne una fonte
che disseti la gente.

Tu che di un bruco
destinato a strisciare
ne fai una farfalla
e la mandi a volare,
metti a questa vita
ali e colore:
falla volare
nelle tue dimore.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Cristo, speranza delle genti

Rit.: Cristo Gesù, speranza delle genti
Cristo Gesù, salvezza di ogni debole
Cristo Gesù, ricchezza di ogni povero
Sei la mia eredità.

Luce del mondo sei:
sole senza tramonto.
Il tuo splendore rischiara la notte
e guida i passi miei.

Rit.: Cristo Gesù, speranza …

Re di speranza e di pace,
gioia del mondo sei.
La tua giustizia e la tua misericordia
splendono su di me.

Rit.: Cristo Gesù, speranza …

Quando verrai nella gloria
del regno del Padre tuo,
giudicherai con sapienza e indulgenza
e i miti accoglierai.

Rit.: Cristo Gesù, speranza …

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

A Te, Signor, leviamo i cuori

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Quel pane bianco che t’offre la Chiesa
è il frutto santo del nostro lavoro:
accettalo, Signore, e benedici.

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Quel vino puro che t’offre la Chiesa
forma la gioia dei nostri bei colli:
accettalo, Signore, e benedici.

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Gioie, dolori, fatiche e speranze
nel sacro calice noi deponiamo;
accettali, Signore, e benedici.

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Lacrime pie di vecchi morenti,
dolci sorrisi di bimbi innocenti:
accettali, Signore, e benedici.

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Eterno Padre, il sangue del Figlio
per vivi e morti fidenti t’offriamo:
accettalo, Signore, e benedici.

Rit.: A Te, Signor, leviamo i cuori.
A Te, Signor, noi li doniam.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

È pace intima

Le ore volano via
il tempo s’avvicina,
lungo la strada
canto per te.
Nella tua casa
so che t’incontrerò
e sarà una festa
trovarti ancora.

Rit.: E’ pace intima
la tua presenza qui:
mistero che non so
spiegarmi mai.
E’ cielo limpido,

è gioia pura che
mi fa conoscere

chi sei per me.

Sembra impossibile ormai
pensare ad altre cose:
non posso fare
a meno di te.
Sembrano eterni gli attimi
che non ci sei
ed aspetto solo
di ritrovarti.

Rit.: E’ pace intima

E’ la più bella poesia
dirti il mio si
per sempre
e nel segreto
parlare con te.
Semplici cose:
parole che tu sai.
Note del mio canto
nel tuo silenzio.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso offertorio pasqua ringraziamento

Ti esalto, Dio mio re

Rit.: Ti esalto, Dio mio re:
canterò in eterno a te.
Io voglio lodarti, Signor,
e benedirti, alleluia!

Il Signore è degno di ogni lode,
non si può misurar la sua grandezza.
Ogni vivente proclama la sua gloria,
la sua opera è giustizia e verità.

Rit.: Ti esalto, Dio mio re…

Il Signore è paziente e pietoso,
lento all’ira e ricco di grazia,
tenerezza per ogni creatura:
il Signore è buono verso tutti.

Rit.: Ti esalto, Dio mio re…

Il Signore sostiene chi vacilla
e rialza chiunque è caduto.
Gli occhi di tutti ricercano il suo volto,
la sua mano provvede loro il cibo.

Rit.: Ti esalto, Dio mio re…

Il Signore protegge chi lo teme,
ma disperde i superbi di cuore.
Egli ascolta il grido del suo servo.
Ogni lingua benedica il suo nome.

Rit.: Ti esalto, Dio mio re…

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Dove Tu sei

Dove Tu sei torna la vita.
Dove Tu passi fiorisce il deserto.
Dove Tu guardi si rischiara il cielo.
E in fondo al cuore torna il sereno.
Dove Tu sei, dove Tu sei.
(2 volte)

Dove Tu sei torna la vita.

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Tutto è paradiso

Non c’è buio e vuoto più
ora che ci insegni tu
a guardare il mondo
attorno a noi
con gli occu suoi

E vedere sempre e solo Lui,
lo sposo che
infinito amore,
tutto il cielo,
ha in sé.

Rit.: Ed è paradiso,
tutto è paradiso.
Ed è fuoco acceso,
fuoco in mezzo a noi:
la tua rete avvolge il mondo,
poi lo porta su.
Non è un sogno più,
lo vedi!

E ci porti persi in Te
nel radioso abisso che
si dischiude ai figli tuoi
già tutti un’anima.
Nel’ardente cuore dell’Eterno
lì con Te,
dove tutto oro,
tutto amore è.

Rit.: Ed è paradiso…

E divampa dietro Te
il divino incendio che
già riscalda il cuore
di quest’era gelida.
Tra la folla brucia
il fuoco della trinità:
«Come in cielo, così in terra»
è già realtà.

Rit.: Ed è paradiso…

Categorie
canto comunione comunione e ringraziamento finale Ingresso ringraziamento

Oltre l’invisibile

Quando la vita non ha dignità
e un grido sordo mi sale da qui,
quando è scura la città,
piove fuori e dentro me:
oltre il buio chissà cosa c’è?

Quando la vita mi appare bugia
non ha più senso lottare così:
con il cuore stretto in sé
tutto è come malattia.
In fondo al nero
uscita non c’è!

Rit.: Eppure nella notte
vedo più lontano:
le stelle, le galassie,
l’invisibile.
Eppure il tuo silenzio parla,
mi racconta te
ed io non ho parole,
ma ti cercherò.

Forse mi resta
una debole voce.
Forse un pensiero,
una piccola luce.
E ho imparato che ci sei
dietro l’ombra che mi fa
tremare, se più certezze
non ho.

Rit.: Eppure nella notte…

Oltre la notte,
oltre l’invisibile,
c’è un abisso di energia:
l’infinito che ci fa volare.
Oltre la notte,
oltre l’invisibile,
c’è un abisso di energia:
quella forza che ci fa restare.
Oltre la notte,
oltre l’invisibile,
c’è un abisso di energia:
l’infinito che ci fa volare.
Oltre la notte,
oltre l’invisibile,
c’è un abisso di energia:
quella forza che ci fa restare.
Stare adesso qui.